skip to Main Content

▶︎ 772 ore di attività didattiche

▶︎ 215 di esercitazioni pratico-cliniche

▶︎ Tirocini clinici in Italia e all’estero

Slider

LA MISSION, L’IMPEGNO E LE RELAZIONI CON GLI STUDENTI E LE FAMIGLIE

La Mission e l’Impegno dell’Istituto Zaccagnini consistono nell’offrire istruzione e formazione di eccellenza per consegnare al mercato del lavoro professionisti pronti ad inserirsi nell’attività delle aziende e nella professione.

Le relazioni con i nostri studenti e le famiglie si fondano sul principio per cui ogni studente che non termina o non consegue il massimo di apprendimento possibile è una sconfitta per la scuola.

PERCHÈ ISCRIVERSI AL CORSO BIENNALE DI SPECIALIZZAZIONE IN OPTOMETRIA

Si va sempre più diffondendo la consapevolezza che, in presenza di una popolazione che invecchia progressivamente, della diffusione del porto delle lenti a contatto, delle implicazioni per la vista derivanti dal continuo ricorso a strumenti elettronici di comunicazione e calcolo dotati di visori, la conoscenza dei fondamenti dell’optometria sia diventata un insostituibile strumento di qualificazione professionale.

PERCHÈ ISCRIVERSI ALL’ISTITUTO ZACCAGNINI

Il Corso biennale di Specializzazione in Optometria dell’Istituto Zaccagnini è il più ampio e completo d’Italia sia per l’ampiezza dei programmi, sia per numero di ore ed incontri, sia per lo spazio dedicato alle esercitazioni pratiche e lavori di gruppo.

L’Istituto Zaccagnini ha creato nel tempo, all’interno del proprio corpo docente, la cultura della interdisciplinarietà che è un portato inevitabile per una struttura che è da sempre dedicata all’insegnamento ed alla formazione di chi si occupa di visione in chiave optometrica.

L’importanza di questo approccio alle attività caratteristiche dell’Istituto deriva da due circostanze: la prima, la tradizione ormai ultraventennale del Congresso Interdisciplinare, che ha visto protagonisti tutti gli specialisti e i ricercatori di problemi connessi con l’uso della vista e la salute degli occhi, vale a dire Medici, Medici oftalmologi, Ottici, Optometristi, Ortottisti, Psicologi, specialisti in neuroscienze e Fisici; l’altra circostanza è rappresentata dall’esperienze compiuta per la realizzazione, in collaborazione con l’Aston University di Birmingham, del corso universitario (in lingua inglese) BSc in Optometry and Clinical Practices che ha portato i docenti a confrontarsi con i principi che regolano le Università del Regno Unito e la cultura anglosassone dell’Ottica e dell’Optometria.

Il Corso è rivolto a chi possiede il titolo abilitante di Ottico e desidera completare la propria formazione, compiere un salto di qualità nell’esercizio della professione e occuparsi di una più ampia gamma di problematiche visive con successo ed evidenti benefici, sia visivi, sia di benessere, dei cittadini ametropi.

La didattica mira a far acquisire le conoscenze scientifiche e le competenze dell’Optometrista e con le sue articolazioni si pone molteplici obiettivi:

  • conoscere i principi, il funzionamento e l’utilizzo clinico della strumentazione oftalmica di base ed evoluta;
  • comprendere, analizzare e valutare la funzione visiva nella sua complessità;
  • prescrivere l’ausilio compensativo, correttivo o rieducativo più idoneo al ripristino e/o miglioramento delle abilità visive e della funzionalità visiva nel suo complesso;
  • individuare e riconoscere i segni sintomatici di anomalie oculari per indirizzare l’utente ad effettuare adeguati approfondimenti medici.

Il piano degli studi

In breve:

  • 16 moduli didattici, ciascuno con esame;
  • Elaborazione e dibattito della tesi finale o poster conclusivo;
  • 885 ore di attività didattiche di cui:
    • 375 di lezioni frontali, dimostrazioni, discussione di casi clinici ed esami;
    • 360 di esercitazioni pratico-cliniche;
    • 150 di tirocinio (facoltativo) presso una struttura sanitaria e preparazione tesi.
  • Seminari di optometria specialistica su temi di attualità e rilevanza scientifica tenuti da docenti e professionisti stranieri.

Conseguimento dell’attestato di specializzazione in Optometria e certificazione dei programmi svolti e competenze acquisite

Per il conseguimento dell’Attestato di Specializzazione in Optometria è necessario superare gli esami di ciascuna materia e discutere la Tesi finale redatta dello studente sulla base del regolamento specifico. Unitamente all’attestato di specializzazione in Optometria viene rilasciata una certificazione del piano di studi, dei programmi del corso superato e delle competenze acquisite.

La data di avvio del Corso biennale di specializzazione in Optometria è lunedì 12 Ottobre 2020.

Durata, articolazione, frequenza ed avvio

Il Corso biennale di Optometria si sviluppa in 24 mesi, è articolato in tre trimestri all’anno, al termine dei quali si sostengono gli esami dei moduli didattici presenti nel piano di studi frequentati.
La frequenza prevede mediamente tre lunedì ogni mese tranne nel mese di agosto, e parzialmente, nei mesi di Luglio, Settembre e Dicembre. Chi desidera conoscere il calendario con i lunedì di frequenza del primo anno può richiederlo alla segreteria studenti.

Esercitazioni pratico-cliniche e lavori a piccoli gruppi

Le esercitazioni pratico-cliniche costituiscono il punto di forza della didattica dell’Istituto Zaccagnini e sono seguite dai docenti e da assistenti dedicati a far eseguire le esercitazioni e la discussione di casi clinici a piccoli gruppi per far acquisire a tutti gli studenti le competenze professionali e le abilità pratiche dell’optometria.
Le esercitazioni si svolgono negli ambulatori dell’Istituto Zaccagnini, i più ampi ed attrezzati d’Italia.

Studenti fuori corso in debito di esame e sostenimento degli esami mancanti

Gli studenti che al termine della frequenza del Corso non avessero sostenuto e sorpassato tutti gli esami hanno l’opportunità di poterli frequentare nuovamente e/o sostenerli nei cinque anni scolastici successivi a quello a cui erano iscritti e frequentanti senza dover versare alcuna retta o tassa scolastica partecipando alle lezioni o alle sessioni d’esame in calendario. Possono, altresì, accedere alla biblioteca, ai laboratori ed ambulatori e usufruire dei tutor e del coach student previo contatto con la segreteria.

Agevolazioni e Commodity riservate agli studenti dell’Istituto Zaccagnini

Gli studenti dell’Istituto partecipano gratuitamente a Seminari e al Congresso Interdisciplinare.
Hanno rette riservate per la partecipazione ai Corsi, ai Master ed ai Corsi di aggiornamento in ogni sede dell’Istituto Zaccagnini.

OPEN DAY, VISITE E COLLOQUI INDIVIDUALI ALL’ISTITUTO ZACCAGNINI

Open Day in vista dell’anno scolastico 2020/2021

MILANO

  • Novembre-Dicembre 2019 - Sabato 30 dalle ore 10 alle ore 18, Domenica 1 dalle ore 9 alle ore 14 e Lunedì 2 dalle ore 9 alle ore 18;
  • Febbraio 2020 - Sabato 15 dalle ore 10 alle ore 18, Domenica 16 dalle ore 9 alle ore 14 e Lunedì 17 dalle ore 9 alle ore 18;
  • Marzo 2020 - Sabato 7 dalle ore 10 alle ore 18, Domenica 8 dalle ore 9 alle ore 14 e Lunedì 9 dalle ore 9 alle ore 18;
  • Aprile 2020 - Sabato 4 dalle ore 10 alle ore 18, Domenica 5 dalle ore 9 alle ore 14 e Lunedì 6 dalle ore 9 alle ore 18;
  • Maggio 2020 - Sabato 9 dalle ore 10 alle ore 18, Domenica 10 dalle ore 9 alle ore 14 e Lunedì 11 dalle ore 9 alle ore 18;
  • Giugno 2020 - Sabato 20 dalle ore 10 alle ore 18, Domenica 21 dalle ore 9 alle ore 14 e Lunedì 22 dalle ore 9 alle ore 18;
  • Luglio 2020 - Sabato 11 dalle ore 10 alle ore 18, Domenica 12 dalle ore 9 alle ore 14 e Lunedì 13 dalle ore 9 alle ore 18;
  • Agosto 2020 - PORTE SEMPRE APERTE, dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 18;
  • Settembre 2020 - Sabato 12 dalle ore 10 alle ore 18, Domenica 13 dalle ore 9 alle ore 14 e Lunedì 14 dalle ore 9 alle ore 18;
  • Settembre 2020 - Sabato 26 dalle ore 10 alle ore 18, Domenica 27 dalle ore 9 alle ore 14 e Lunedì 28 dalle ore 9 alle ore 18.

Non puoi partecipare agli Open Day?

Colloqui informativi individuali e le visite guidate si possono realizzare – previo contatto con la segreteria scolastica e appuntamento – tutto l’anno dal lunedì al venerdì dalle ore 09:00 alle 18:00.

Per maggiori informazioni: Tel. +39 02/8372000, Fax +39 02/8358369,
e-mail segreteria.mi@istitutozaccagnini.it

Che cos’è l’Optometria?

L’Optometria è una disciplina scientifico-sanitaria che riunisce un insieme di conoscenze di fisica ottica, oftalmica e fisiologica, delle neuroscienze, di fisiopatologia oculare, di tecniche specifiche e di protocolli riabilitativi, con particolare riguardo alla contattologia, che hanno come obiettivo il trattamento dei difetti visivi in vista del miglioramento delle funzionalità visive mediante l’utilizzo di tecniche non mediche, che escludono cioè l’uso di farmaci e di interventi chirurgici.

L’attività optometrica comprende:

  • la determinazione e la valutazione dello stato refrattivo dell’occhio e delle altre condizioni fisiologiche e funzionali, necessarie alla visione;
  • la determinazione delle misure oftalmiche correttive e compensative;
  • la selezione, l’individuazione, la fornitura e l’adattamento di tutta la gamma degli ausili ottici, occhiali e lenti a contatto in primis;
  • la tutela, il mantenimento, la protezione, l’aumento ed il miglioramento delle performance visive;
  • l’osservazione dei segni di eventuali presenze di anomalie oculari la cui cura è spetta al medico.

Dove è nata, si è sviluppata ed è regolamentata la professione di Optometrista?

L’optometria, per quanto non sia ancora individuata come professione in Italia, oltre ad essere materia di studio già nei corsi di ottica, è una disciplina consolidata e una professione sanitaria riconosciuta in 92 stati. Negli Stati Uniti è nata oltre cento anni fa, più precisamente nel 1886 con gli studi di Edmund Landolt (1846-1926). La prima licenza di optometrista è stata conferita a New York nel 1897 a Charles Prentice La prima legge che regolamentò l’optometria fu approvata in Minnesota nel 1901.

Nei paesi anglosassoni (in primis Regno Unito, Stati Uniti d’America, Australia e paesi appartenenti all’ex Commonwealth) ed in molti del nord Europa (Gran Bretagna, Irlanda, Olanda, Germania, Lettonia e Danimarca) il titolo professionale di optometrista si consegue con la frequenza a corsi universitari e il suo esercizio avviene in collaborazione con gli oftalmologi, gli ottici e le altre professioni sanitarie ed in forma convenzionata con l’assistenza sanitaria nazionale.

La loro attività in campo scientifico ha permesso lo sviluppo della ricerca nell’ottica fisiologica, nelle scienze visive e nelle lenti a contatto.

Chi esercita l’Optometria in Italia?

Coloro che svolgono la professione optometrica in Italia sono ottici abilitati che hanno seguito un corso di specializzazione in optometria presso un Istituto pubblico o privato o hanno studiato all’estero.

L’Optometrista italiano è un professionista dell’area sanitaria che tratta i difetti visivi con mezzi ottico-fisici o con terapie riabilitative e, in genere, migliora le funzioni ed abilità visive con tecniche non mediche, escludendo cioè l’uso di farmaci e di interventi chirurgici. L’optometrista svolge la sua attività avvalendosi della conoscenza dell’ottica fisica, oftalmica e fisiologica e delle tecniche optometriche, refrattive, delle lenti a contatto, della riabilitazione visiva e dell’ipovisione.

In coerenza con la nostra mission ed i nostri principi la didattica si distingue per il continuo impegno nell’innovazione dei metodi e nell’adeguamento dei supporti scolastici ed educativi per consentire a tutti gli studenti, in vista della loro futura collocazione professionale, di apprendere l’insieme delle competenze richieste dal mondo del lavoro e di mettere a frutto e misurare le abilità conseguite con le esercitazioni pratiche.

I punti di forza del sistema “scuola professionale” dell’Istituto Zaccagnini

I nostri corsi sono a numero chiuso per garantire il massimo livello di assistenza agli studenti e sono ispirati al principio che se uno studente non conclude gli studi o ottiene il massimo apprendimento possibile per noi rappresenta una sconfitta.

  • I docenti sono figure di riferimento del loro contesto specifico e provengono dal mondo della scuola, da quello accademico, della professione e della ricerca.
  • I laboratori e gli ambulatori in cui si svolgono le esercitazioni pratiche sono i più ampi ed attrezzati delle scuole italiane di Ottica e Optometria e sono dotati di strumentazione oftalmica e diagnostica digitale di ultima generazione.
  • Tutor e Coach supportano gli studenti nel corso delle esercitazioni pratiche e supportano lo studio e l’apprendimento degli studenti
  • I laboratori di lenti oftalmiche, optometria e contattologia – i più grandi delle scuole di ottica italiane – sono dotati di strumentazione oftalmica di ultima generazione.
  • I nostri studenti possono utilizzare individualmente, o in gruppo, aule dedicate allo studio, la Biblioteca sia reale, sia virtuale con testi in italiano e inglese.
  • Gli studenti possono effettuare presso le principali insegne dell’ottica stage e tirocini formativi in Italia ed all’estero che consentono di verificare ed applicare le nozioni apprese a Scuola.
  • È data la possibilità agli studenti di partecipare a manifestazioni di settore – MIDO, fiera internazionale dell’ottica- e al nostro Congresso Interdisciplinare giunto alla XXIII edizione, come occasione di approfondimento delle materie di insegnamento e di conoscenza del mondo dell’ottica in cui saranno occupati.

Corsi integrativi di diritto e di economia dell’impresa ottica

Poiché la grande maggioranza degli ottici trova occupazione nei negozi specializzati, nel piano degli studi è inserito un corso di economia dell’impresa ottica che affronta con completezza la gestione commerciale, economica e professionale del centro ottico specializzato e dei dati macro e microeconomici che hanno riflessi sul settore e sui risultati aziendali e un corso di diritto per la sfera di competenza della attività degli ottici.